Festa della Sensa

La Festa della Sensa è una delle più antiche feste veneziane. Si festeggia da più di mille anni nel giorno del’Ascensione (il giorno della Sensa) e celebra lo Sposalizio del Mare a ricordo della conquista della Dalmazia da parte delle navi veneziane capeggiate dal Doge Pietro Orseolo II nel 1999.

Con essa Venezia liberava il Mare Adriatico dalla pirateria divenendo la regina incontrastata di questo mare.
Dopo la vittoria venne decretato che ogni anno nel giorno della Sensa il Doge e il Patriarca dovessero recarsi fuori del porto del Lido per benedire l’acqua. Qualche anno dopo, esattamente nel 1177, il papa Alessandro III donò al Doge Sebastiano Zani un anello d’oro per l’aiuto avuto nella riconciliazione con l’imperatore Federico Barbarossa, riconoscendo alla Serenissima la sovranità sul mare, e, da quel momento in poi cominciò la secolare tradizione dello Sposalizio del Mare, la mistica unione di Venezia con il Mare. Il Doge saliva sul Bucintoro, la sua nave di rappresentanza, con tutto il suo seguito, il clero, gli ambasciatori presenti, i Capi del Consiglio dei Dieci e altre autorità.

Seguito da un folto corteo di barche di ogni forma e dimensione tutte parate a festa, il Bucintoro salpava verso il porto del Lido. Giunti davanti al Forte di Sant’Andrea il patriarca versava dell’acqua benedetta mentre il Doge lasciava cedere in acqua l’anello d’oro pronunciando queste parole: “Ti sposiamo, o mare, in segno di eterno dominio”.
La festa era davvero grandiosa. Dopo questa cerimonia iniziava la Fiera della Sensa con spettacoli, saltimbanchi, cantastorie in tutte le calli di Venezia. In Piazza San Marco si svolgeva un grande mercato all’interno di botteghe di legno montate per l’occasione tutto intorno alla piazza e all’interno delle quali si potevano acquistare prodotti di ogni tipo e provenienti da ogni paese e l’atmosfera che si respirava era quella di una contemporanea Fiera Internazionale. L’ultimo Sposalizio del Mare della Repubblica di Venezia avvenne nel 1796 sotto il dogado di Ludovico Manin. La cerimonia si ripete oggi come festa tradizionale la prima domenica dopo il giorno dell’Ascensione.

Festa della Sensa
E' una delle più antiche feste veneziane. Si festeggia da più di mille anni nel giorno del’Ascensione (il giorno della Sensa) e celebra lo Sposalizio del Mare ...
Leggi tutto
Festa del Redentore
La festa più sentita dai veneziani è quella del Redentore. Nel 1575 l’Italia fu investita da una tremenda epidemia di peste che dilagò per la città di Venezia ...
Leggi tutto
La Regata Storica
E' ancor oggi uno dei momenti più spettacolari, pittoreschi e coinvolgenti della vita cittadina, in grado, nello stesso tempo, di incantare i turisti e di eccitare ...
Leggi tutto
Vogalonga
In Maggio si svolge anche una “vogata” non competitiva per qualsiasi tipo di natante a remi molto sentita dalla popolazione chiamata Vogalonga ...
Leggi tutto
Festa della Madonna della Salute
Anche la Festa della Madonna della Salute ha una origine legata ai lutti subiti dalla città di Venezia nel corso del Seicento e, in particolar modo, nel 1629 quando ...
Leggi tutto
Festa delle Marie
La Festa delle Marie era una delle più amate dal popolo veneziano che però cadde in disuso già nel 1379 e furipresa alcuni secoli dopo ma in forma molto ridotta ...
Leggi tutto
San Marco
Il 25 aprile a Venezia si festeggia San Marco, il patrono della città. Anticamente in questa giornata si svolgeva in piazza una famosa processione alla quale ...
Leggi tutto
Palio delle Repubbliche Marinare
Il Palio delle Repubbliche Marinare è legato alle più antiche Repubbliche italiane che un tempo erano, come ben sappiamo, Venezia, Genova Pisa e Amalfi ...
Leggi tutto